Aug 31, 2013

Scrapbook Russia Part 2: Pietro il Grande

Come raccontavo precedentemente, cercherò di riassumere la mia esperienza in Russia: Mosca e San Pietroburgo. Una vacanza meravigliosa, organizzata da Boscolo Travel, curata nei minimi dettagli. 

Da Mosca a San Pietroburgo ci si arriva sia in treno che in aereo, io ho scelto uno spostamento in treno veloce che porta in 4 ore da Mosca a San Pietroburgo, per una distanza di 700 km. Esplorando dal finestrino centri abitati e belli paesaggi di campagna della Grande Russia.

San Pietroburgo, la nuova capitale dell'impero voluta dallo zar Pietro il Grande fondata nel 1703, una città di una bellezza unica e raffinata, opera dei migliori architetti del tempo, molti dei quali italiani, che costruirono palazzi, chiese e monumenti su oltre 100 isole intersecate da canali e ponti sul delta del fiume Neva.

San Pietroburgo è una città di circa 5 milioni di abitanti, la seconda città della Russia per dimensioni e popolazione, nonché il porto più importante. Il suo centro storico è inserito nella lista dell'UNESCO dei Patrimoni dell'Umanità. Nella foto ci sono davanti alla chiesa del Salvatore sul Sangue Versato.

Splendida la Fortezza dei Santi Pietro e San Paolo, voluta dallo zar Pietro come bastone difensivo contro gli svedesi, dove ora riposano le salme dei Romanov. Una cittadella edificata dal 1703 su progetto dell'architetto Domenico Trezzini, per ordine di Pietro il Grande, nella foto la Cattedrale di San Pietro e San Paolo ubicata all'interno della fortezza.

Consiglio molto una visita alla residenza estiva dello zar di Petrodvoretz-Peterhof, con una bellissima esposizione sul golfo di Finlandia, un palazzo famoso per i suoi bellissimi interni, circondato di splendide fontane e giochi d'acqua nel parco.

Grazie alla guida turistica Elena, nonché insegnate di lingue nell'Università di San Pietroburgo, ho potuto godere un tour guidato della città con spiegazioni di ogni opera d'arte nei minimi particolari, una donna molto intelligente, conoscitrice della storia russa e specificamente della città di San Pietroburgo in ogni dettaglio, la sua città natale.

D'obbligo la visita al Museo dell'Ermitage, composto da cinque edifici: l'elegante Palazzo d'inverno dell'impero, il piccolo Ermitage, il Grande Ermitage, il nuovo Ermitage ed il Teatro Ermitage, il museo si trova lungo il fiume Neva, realizzato dall'architetto italiano Bartolomeo Rastrelli, nominato architetto di corte dallo zar Pietro il Grande.

La zarina Caterina la Grande adorava rifugiarsi nel Piccolo Ermitage per sfuggire al trambusto di corte. Seguendo un percorso lungo l'Ermitage tra le più importanti delle 400 sale del museo che ospita una immensa collezione di quadri, sculture, opere grafiche, reperti archeologici e oggetti d'arte di ogni genere. Nella foto l'opera di August Renoir: il ritratto della attrice Jeanne Samary, del 1878.

Nel Museo dell'Ermitage, tra i reperti archeologici, ci sono le porcellane russe utilizzati nell'epoca imperiale. Ma anche ricami dell'epoca, come questo nella foto.

Molto bella la Cattedrale di San Nicola, è una delle più importanti chiese si San Pietroburgo, in stile barocco elisabettiano, in un quartiere una volta popolata da marinai, dedicata a San Nicola, il patrono dei marinai, appunto.

Anche a San Pietroburgo, le giovani coppie adorano immortalare le loro nozze fotografandosi nelle numerose piazze e monumenti della città.

La cucina russa a San Pietroburgo continua ad incantare, con i suoi piatti tipici e simpatici camerieri in abiti tradizionali, questa foto è nel ristorante Yolki-Palki, rivestito in legno e decorato all'interno con animali e alberi artificiali per ricreare un ambiente di campagna russa. 

Nel ristorante Yolki-Palki, il centro dell'attenzione sono le simpatiche ballerine che intrattengono con i tradizionali balletti russi, ma anche la self service Russian Salad Bar, dove puoi reinterpretare la tradizionale insalata russa a tua volontà,  le stesse ballerine vendono e servono la tradizionale vodka.

Parlando di Vodka e 'Movida',  San Pietroburgo non mancano le opportunità per godere un happy hour con una varietà di cocktail a disposizione, nei moderni locali con cover band e dj set.

(Pictures from Fashionista Smile)