March 17, 2019

Leaving Neverland - Louis Vuitton Ritira una Collezione dedicata a Michael Jackson

La nota casa di moda Louis Vuitton ha ritirato dal mercato una linea di abbigliamento dedicata al decennale dalla morte dell'artista. La decisione è stata presa dopo le polemiche suscitate da Leaving Neverland, il documentario uscito su HBO e Channel 4, in cui due giovani uomini accusano Jackson di averli molestati sessualmente quando erano bambini.

Il gigante della moda Louis Vuitton ritira dalla produzione i pezzi ispirati al cantante di Thriller, Michael Jackson, a due mesi dalla presentazione della nuova collezione uomo per l'autunno inverno 2019.

La collezione era stata presentata in pompa magna  sotto una tenda delle Tuileries come la maison sa fare, davanti a un parterre di VIP (in prima fila Timothée Chalamet, Frank Ocean, Joel Edgerton e Naomi Campbell), lo show di Vuitton aveva preceduto di una settimana il debutto del docufilm del regista Dan Reed al festival di Sundance. 

Louis Vuitton non è l'unica a tirarsi in dietro, anche la musica di Jackson è stata messa al bando da tre stazioni radio canadesi, mentre i Simpson hanno ritirato dalla distribuzione un episodio iconico del cartone animato in cui “Jacko" dava la voce a un personaggio. Intanto Leaving Neverland è diventato il terzo documentario più visto su HBO. In Italia, il docufilm è atteso in due puntate, il 19 e 20 marzo sul Canale Nove.

"Consideriamo le accuse di Leaving Neverland profondamente inquietanti", ha detto il presidente e CEO del marchio francese, Michael Burke: "La sicurezza dei bambini è della massima importanza per Louis Vuitton". Lo stilista Virgil Abloh ha fatto mea culpa con WWD: "La mia intenzione era di far riferimento a Jackson come artista della cultura pop, ma mi rendo conto che, alla luce del documentario, la collezione possa aver creato reazioni emotive".
Inoltre, Abloh, ha spiegato che lo show "voleva accennare a una legacy che ha ispirato una intera generazione di artisti e designer. Io condanno fermamente ogni forma di abuso, violenza o violazione dei diritti umani".
Ricordiamo che il 19 e 20 marzo arriverà in Italia,  sul Canale Nove, il docufilm Leaving Neverland (lungo due puntate), potremo fare le nostre conclusioni, solo dopo averlo visto.

Anche se già da adesso ho lo hashtag per questa pubblicazione: #giùlemanidaibambini

Come opinione personale posso dire che, qualunque forma di violenza è inaccettabile, alle prime avvisaglie denunciate, prima che sia troppo tardi. Soprattutto se il carnefice è il più insospettabile.

(Courtesy Louis Vuitton - Press Office)