Sep 21, 2013

Ferragamo: Perfezione Architettonica - Autunno 2013

Salvatore Ferragamo Collezione A/I 2013/14
Così come la collezione A/I 2013-14 di Salvatore Ferragamo, propone abiti  ispirati alle architetture di Herzog e Tadao Ando, elementi architettonici, snelli e rigorosi, per dare il massimo risalto ad accessori grafici e sensuali, anche la flagship Boutique Donna Salvatore Ferragamo di Milano annuncia la sua riapertura dopo un completo restyling architetturale.
L’interno del negozio ha una superficie totale di oltre 450 metri quadrati, con le stesse caratteristiche di eleganza e di lusso dello stile Ferragamo, proponendo un ambiente raffinato, arricchito con dei tocchi particolari. Le diverse aree di prodotto si aprono in un susseguirsi di riflessi e di scorci, evidenziati da portali in specchio e inserti in travertino dorato, quasi a ricordare gli interni di un palazzo barocco.

La boutique Salvatore Ferragamo Donna di Milano è uno dei negozi storici del Gruppo, inaugurato nel 1939 e ospitato al piano terra di Casa Carcassola Grandi, palazzo del XVI secolo nel cuore del quadrilatero della moda, caratterizzato dall’elegante facciata neoclassica, completamente rinnovata, sia per quanto riguarda gli spazi che per il layout espositivo.

(Images of the store from Salvatore Ferragamo Media Relations)

"Per questo monomarca dedicato alle collezioni femminili abbiamo sviluppato un concept particolare, che esalta la bellezza dello storico palazzo che lo ospita." Spiega Michele Norsa, Amministratore Delegato di Salvatore Ferragamo.

Ferragamo propone, per questo autunno-inverno, stivali con tagli che lasciano scoperto il collo del piede, borse squadrate di coccodrillo, sandali con dettagli in pvc, shopper morbida con profili di metallo, spiccano linee e lavorazioni: il caban in alpaca si porta con la minigonna ad A di cavallino a nido d'ape, il maglione in mohair con l'anima di cashmere con la sottanina con frange di jais, il cappotto rigoroso con l'abito corto percorso da zip e indossato sulla maglia girocollo.

Ricami e sovrapposizioni tridimensionali ricordano l'effetto rete di Herzog, così come i tagli sono citazioni di Ando. Tolto il superfluo, rimane la materia, dal pelo di alpaca del cappotto al ginocchio al castoro e alla pelle della pelliccia, fino al filo di nylon delle lenze da pesca scelto per ricreare un finto cavallino.

(Images Salvatore Ferragamo Collection A/I 2013/14)