Sep 16, 2014

Perché una Miss Italia Non ha Mai Vinto al Miss Universo?

(Courtesy Ansa)
Complimenti alla nuova Miss Italia 2014, Clarissa Marchese, ma dopo Jesolo cosa le aspetta alla nuova reginetta?

Soltanto frivolezze o forse anche qualche opera di beneficenza..

Clarissa Marchese, è una ragazza con tanti meriti per aggiudicarsi il trono della nuova Miss Italia 2014, molto bella, solare e spontanea, su questo non c'è dubbio e le auguro tanta fortuna in questo nuovo traguardo della sua vita.

Non sono qui per discutere sulla bellezza di questa ragazza, ma sulle idee di bellezza e le scelte della giuria, che secondo un concetto popolare, la Miss Italia dovrebbe rispecchiare la bellezza italiana, d'accordo, ma com'è la donna italiana? è possibile che tra le milioni di donne che ci abitano in Italia ci siano solo Miss Italia brune? Impossibile, perfino i Normanni si sono stabiliti nelle regioni meridionali del nostro paese, quindi anche se a vincere sia una Siciliana non deve essere per forza bruna.

Non lo dico perché io sono bionda, e mi aspetto delle bionde l'unico concetto di bellezza, anche quello sarebbe sbagliato, personalmente ho tre sorelle, dalle sfumature tra il bruno, il castano ed il ramato, a mio parere tutte e tre bellissime ogni una nel loro stile personale. Nello stesso modo se osserviamo bene ile nostre famiglie, vedremo che ci sono molte sfumature di bellezza italiana, troveremo qualche nonno biondo, qualche nonna castana, la mamma forse bruna, un papà anche biondo, qualche sorella mora, qualche sorella castana con gli occhi chiari, ma anche qualche cugina bionda con gli occhi chiari. Le varianti sono infine.

(Courtesy SiciliaInformazioni.com)
Allora, perché limitare il Miss Italia anno dopo anno ad un concetto di bellezza italiana omologata, semplice o stereotipata? Dove è quasi scontato che la vincitrice sarà bruna, se la concorrente non lo è diventerà bruna apposta, credendo di aumentare il livello di gradimento, togliendo i colpi di sole come lo ha fatto l'attuale Miss Italia, e molte altre come la Chiabotto, per poi schiarirsi i capelli alla fine del concorso. Non ha alcun senso, altrimenti non ci sarebbe bisogno di fare un concorso, basterebbe chiedere come prerequisito di essere more, astenersi le altre. Lo scopo del concorso Miss Italia, dovrebbe essere proprio di fare conoscere al mondo tutte le sfumature di bellezza che l'Italia ha: Bionde, More, Rosse, Castane.

Miss Italia non è Miss Muretto, conosco Alassio, stupendo, ho anche conosciuto alcune aspiranti al concorso e vincitrici Miss Muretto, anche se Miss Muretto è un concorso storico e le ragazze sono molto belle e raffinate, non possiamo ridurre il Miss Italia ad un concorso per ragazze adolescenti, molte delle volte inesperte del palco scenico. Ma inviare al Miss Italia ad una ragazza di diciott'anni con tutto quello che l'età adolescenziale rappresenta non è il massimo come aspirante al trono. L'aspirante ideale oltre alle descrizioni fisiche che ho anticipato, dovrebbe avere tra i 20 e 23 anni, con qualche anno di studio universitario ed esperienza come modella o attrice, nelle pubbliche relazioni o nella comunicazione, con alcun tipo esperienza con il pubblico, che sia aver lavorato al McDonald's o al supermercato sotto casa, un altro requisito importante sarebbe avere frequentato un corso di portamento, che ovviamente dovrebbe essere un must. Avere un ruolo nel sociale ed una sensibilità verso i meno fortunati o l'infanzia abbandonata, questa dovrebbe essere una qualità importante di una aspirante Miss Italia, visto che una Miss dopo l'elezione (ma anche prima) dovrebbe essere coinvolta in progetti di beneficenza, raccolta fondi per le ONLUS, etc. 

(Courtesy Ansa)
Il concorso del Miss Italia dovrebbe preparare automaticamente le concorrenti per una eventuale gara internazionale, sviluppando per loro un look Universale, ossia un look gradevole ad un pubblico più vasto ed una giuria internazionale, senza limitarci a regionalismi, ma con una ottica più aperta del senso della estetica. Una volta la vincitrice del Miss Italia, rappresentava automaticamente al Miss Universo, come succede per la maggioranza dei paesi concorrenti, ma attualmente, spediamo al Miss Universo una ragazza che non è la vincitrice del Miss Italia, come può essere la più bella dell'Universo se non la consideriamo nemmeno la più bella d'Italia?

Tornando al Miss Italia, la altezza della concorrente insieme alle misure del busto, girovita e fianchi, dovrebbero essere dette ad ogni comparsa per agevolare la valutazione della giuria, mi dispiace per la presentatrice, ma dovrebbe leggere queste statistiche durante la trasmissione della gara.

Le ragazze dovrebbero veramente sapere sfilare, parlare e porsi. La spontaneità di una aspirante Miss è gradita, ma deve rispettare comunque le norme di portamento. 

Sarebbe bello vedere nuovamente il Miss Italia a pari passo con il Miss Universo, ma purtroppo i diritti di franchising al Miss Universo Italia sono in mano di persone diverse a quelle del Miss Italia, quindi sono due organizzazioni diverse e non sempre c'è una continuità tra la bellezza che scegliamo come Miss Italia e quella che scegliamo come Miss Universo Italia.

Parlando invece del Miss Universo, speriamo presto di vedere spiccare una Miss Universo Italia tra le concorrenti europee che storicamente non hanno avuto successo, in particolare negli ultimi decenni, ha eccezione della russa Oxana Fedorova, poi detronizzata per non aver rispettato impegni e termini contrattuali con l'organizzazione, l'ultima europea a vincere il titolo è stata la norvegese Mona Grudt nel lontano 1990.

I primi in classifica a vincere il Miss Universo sono gli Stati Uniti ed il Venezuela, ma ci siamo messi a pensare perché? Casualmente questi due paesi hanno subito il fenomeno d'immigrazione di massa, dove persone di diverse nazionalità si sono poi mischiati con i nativi del posto, creando un incrocio bellissimo, utilizzato come punto di forza nelle gare di bellezza, a tal punto di farli vincere il trono come le donne più belle dell'universo. Ma purtroppo qui in Italia non rispecchiamo una realtà globale dove la razza e la nazionalità sono due cose diverse (qui facciamo eccezione soltanto nel calcio) e gli incroci razziali sono ancora fonte di assurde polemiche,.come successo in qualche elezione del Miss Italia nel passato.

Ma questo lo posso capire tra le persone comuni, ma tra la giuria di una gara di bellezza un po meno, visto che i casting director delle migliori agenzie di modelle cercano proprio questo, uno stile di bellezza unico, con incroci di razza particolari, altroché la ragazza della porta accanto.